Una lunga, inconclusa procedura

Stato di avanzamento dell’allestimento della Variante di PR di Massagno, Piano del paesaggio, Edifici e complessi degni di tutela (Beni culturali locali).

  • Il problema dei beni culturali sul territorio del Comune di Massagno e della loro protezione è stato affrontato dal Cantone a più riprese nel corso degli esami preliminari e delle approvazioni delle varianti intervenute dopo l’approvazione del PR del 1997.
  • L’Ufficio Beni Culturali (UBC) ha trasmesso al Municipio tra il 2004 e il 2011 varie proposte inerenti ai beni culturali da proteggere ai sensi della LBC. L’UBC ha poi consegnato al Municipio il Censimento dei beni culturali di Massagno (art. 12 LBC), costituito da 136 schede inscritte nella banca dati del sistema informativo dei beni culturali del Canton Ticino (SIBC).
  • Nella procedura di approvazione della modifica del PR inerente il Piano del paesaggio (MM 2267 del 10 settembre 2013) il Municipio ha annunciato che avrebbe elaborato una variante di PR per indicare gli edifici da proteggere.
  • Successivamente il Municipio ha dato mandato alla Studi Associati SA, coadiuvata dall’arch. Giovanni Buzzi in qualità di esperto, di allestire la variante di PR che identifica gli edifici e i complessi degni di tutela da riprendere successivamente nel Piano del Paesaggio.
  • L’operatore incaricato ha esaminato le proposte di UBC, ne ha selezionato 44 e ne ha aggiunto 27 di sua scelta. Ha raccolto il tutto in 71 schede di edifici e complessi degni di tutela. Il Municipio ha visionato le proposte e ha fatto le proprie scelte che ha compendiato in un rapporto e in un Piano di indirizzo Beni culturali (ambedue del 7 marzo 2015) sottoposti all’esame preliminare del DT.
  • Il 22 dicembre 2017il Dipartimento del territorio ha consegnato il risultato del proprio esame preliminare. Nel testo sono espresse varie osservazioni (da critiche a molto critiche) sul metodo adottato dal Municipio per operare la proposta. Il DT invita il Municipio ad aggiornare la documentazione seguendo la metodologia suggerita. In conclusione il DT esprime parere favorevole sulle limitate proposte di tutela sottopostegli.
  • Dal 18 novembre al 17 dicembre 2021il Municipio ha aperto la consultazione sulla Variante Beni Culturali. I Cittadini per il territorio di Massagno non sono riusciti a formulare analisi e osservazioni nell’intervallo prescritto. Hanno chiesto all’UTC di poter inoltrare in ritardo il proprio contributo ma la risposta è stata negativa.

La procedura di allestimento della Variante di PR Beni culturali non è dunque conclusa.

Prima di portare in CC la proposta per la decisione di approvazione finale, il Municipio deve ancora tener conto delle raccomandazioni espresse dal DT nell’esame preliminare come pure considerare gli interventi espressi dai cittadini nella procedura di partecipazione. Dovrebbe anche tener conto delle mutate sensibilità maturate nella popolazione.