Stato delle cose

La questione in breve

All’origine un progetto assurdo e fuori misura
La controversia sulla pianificazione dell’area della trincea FFS di Massagno deriva della volontà delle Autorità (Mun.,CC, FFS, CdS) di realizzare un nuovo quartiere attorno a una inutile e dannosa strada (chiamata Viale della stazione), con edificazioni ad altissima densità su di un lato e con un parco urbano dall’altro, dove ora però c’è un quartiere abitato.
Un progetto che ha provocato conflitti e opposizioni
Il progetto, mai messo in consultazione, è stato contestato dalla popolazione con petizioni, referendum e iniziative popolari. Alcuni cittadini hanno anche impugnato le decisioni con ricorsi ai tribunali, ritenendole dannose e illegali.

Cronistoria degli atti procedurali

Clicca sulla figura per entrare nello schema e aprire gli atti.

Atto più recente:
Sentenza del Tribunale federale (del 27 agosto 2013)
Prossimi atti:
Votazione sull’iniziativa popolare "Parco Genzana"
Votazione sul referendum

Le nostre argomentazioni

La procedura adottata a Massagno è irrazionale e inefficiente.
Tutto ha origine dalla innovazione (un’inutile primizia) di far decidere subito al CC l’indirizzo da dare al PR.
Leggete le nostre argomentazioni:
memoriale 1 : "L’innovazione massagnese"
memoriale 2 : "Le tre versioni della convenzione"

Documentazione completa

Vai alla pagina che raccoglie tutta la documentazione