Le ragioni per opporci

Ci opponiamo alla proposta MasterPlan-CittàAlta, al MM 2112 e MM2182 del Municipio di Massagno per quattro ragioni principali:

1. Una strada inutile e dannosa

La nuova strada prevista sulla trincea ferroviaria, chiamata "Viale della Stazione" (perché dovrebbe collegare Massagno con la Stazione FFS di Lugano), è un’opera inutile, molesta, costosissima, fonte di rumori e di pericoli e che attira traffico parassitario.

2. Un assetto urbanistico sconveniente

Il MasterPlan-CittàAlta propone un assetto urbanistico del tutto inadeguato: al centro una strada carrozzabile; su un lato una zona edificabile supplementare; sull’altro lato la trasformazione di un quartiere abitato in un parco pubblico.
Un assetto costosissimo, difficilissimo da realizzare, con grandi complicazioni fondiarie e con una proposta di ampliamento della zona edificabile non necessaria in un comprensorio già densamente edificabile.

3. Partecipazione mancata e impossibile

Il MasterPlan-CittàAlta non è stato reso pubblico prima della decisione del Consiglio Comunale; la popolazione non ha potuto esprimersi su di esso come prescrive la Legge.
La popolazione non potrà esprimersi compiutamente nemmeno in seguito perché il PR-TriMa che si vuole elaborare comprende solo una parte del comprensorio.

4. Pasticci formali

Per un impegno pianificatorio che sarà il maggiore del Ticino contemporaneo, la preparazione formale è stata misera, trascurata e del tutto inadeguata. Errori, ambiguità, carenze costellano la Convenzione.

5. Innovazione procedurale inutile e dannosa

L’innovazione procedurale decisa a Massagno è una novità. Alla prova dei fatti si è dimostrata assolutamente inefficiente, complicata, inutile; suscita litigiosità premature, avvia un dibattito basato su elementi non razionali.  Vedi le nostre considerazioni sul tema e le nostre pagine.