La strada sulla trincea

Rinuncia al raccordo con l’autostrada. Ma il Viale della Stazione resta.

Dopo otto anni di insistenza le Autorità hanno cambiato rotta e ora rinunciano a proporre il collegamento da Massagno all’autostrada. Lo dicono nei MM.
Però nel contempo hanno ripetutamente sostenuto che il "Viale della Stazione" verrà realizzato nel tratto Massagno – Stazione FFS di Lugano. L’hanno detto espressamente il Sindaco Bruschetti, il municipale di Lugano Paolo Beltraminelli, il pianificatore Stefano Wagner (vedi). Il periodico del Municipio "Info Massagno" nel gennaio 2010 (due mesi prima della decisione del CC) e i MM di Massagno e di Lugano lo hanno confermato. Il MM di Lugano propone addirittura uno schizzo in cui illustra l’inserimento del Viale della Stazione su Via Basilea:

La strada che c’è

Il CC di Lugano il 14 giugno 2010 ha raccomandato che: "sia definitivamente abbandonato il progetto Masterplan città Alta – modulo 3, che prevede un collegamento viario tra la Stazione e l’uscita autostradale Lugano-Nord; il CC di Lugano raccomanda però che " il viale della Stazione previsto dal Masterplan Città Alta (cioè il raccordo tra la trincea e la stazione FFS), abbia un significato ed una gerarchia di semplice strada adibita alla mobilità lenta per il nuovo quartiere".
Sul termine "mobilità lenta" si sono appuntate le interpretazioni: la cc Cristina Barzaghi Zanini sostiene che sarà una strada pedonale e ciclabile, il cc GC Re una strada a traffico lento (30km/h), il sindaco Bruschetti sostiene (CdT 26.5.10) che il famoso Viale della Stazione sarà a mobilità ridotta. Bruschetti e Giudici assieme parlano di" una strada di attraversamento che non esiste"(CdT 2.4.10).
Non c’è nessuna decisione delle Autorità che stralci l’intenzione di attuare un PR che faccia perno sul Viale della Stazione (Leggi).
Non c’è nemmeno la risposta alla chiara domanda posta dalla Petizione firmata da 765 abitanti di Massagno: "Cancellate l’ipotesi di una strada sulla trincea!". La si aspetta dal marzo 2010.