Il TILO ad Agno

Una proposta innovativa

I Cittadini per il territorio del Luganese hanno proposto (nel 2011 alla CRTL e nel 2014 nello studio "Un programma sostenibile per lo sviluppo dell’agglomerato luganese") una diversa soluzione per sviluppare il trasporto pubblico nel Piano del Vedeggio.

Il Piano del Vedeggio, l’unico Polo senza TILO

Tra tutti i poli di sviluppo del Cantone il Piano del Vedeggio è l’unico a non essere servito dalla rete ferroviaria cantonale e transfrontaliera TILO.
Ricordiamo che l’area del Piano del Vedeggio, con i suoi 10’000 abitanti e i 15’000 posti di lavoro, è la quarta città del Cantone, dopo Lugano, Bellinzona e Locarno e prima di Mendrisio e Chiasso. (Leggi l’opinione del prof. Angelo Rossi).

La nostra proposta

I Cittadini per il territorio propongono di portare la linea ferroviaria delle FFS fina ad Agno, legandola a Lamone con la linea per Lugano, Mendrisio, Como e Varese.
La linea proposta usa un tratto industriale esistente di 2,4 km e richiede la costruzione di un nuovo tratto di 3.5 km da Manno-Industrie ad Agno. Avrebbe fermate a Lamone, Manno, Manno-Industrie, Bioggio, Aeroporto, Agno.
Il costo è stimato essere inferiore a quello del Tram/Treno proposto dal PAL2.

Vantaggi

I principali vantaggi della proposta sono:

  • La ferrovia TILO collega direttamente il Piano del Vedeggio con il Cantone e l’Insubria. Ha carattere cantonale e anche più, invece che solo luganese come lo sarebbe il tram proposto dal PAL2
  • Ha costi compatibili con le finanze cantonali e della Confederazione
  • Permette di agire indipendentemente dalle problematiche della Città di Lugano, che possono complicare e ritardale una soluzione ad essa legata.