Stazione FFS di Bellinzona

Storia di un clamoroso insuccesso

Dopo cinque anni di progettazione e ripensamenti, le FF decidono di buttare a mare i lavori svolti e di ricominciare da zero. La loro decisione suscita grande delusione e veementi critiche. Mai visti modi di agire così scorretti, dice l’arch. Orsi

Elementi di base

Sintesi storica
L’edificio viaggiatori della stazione FFS di Bellinzona è stato realizzato alla fine del 1800 e completato all’inizio del ‘900. Leggi la breve sintesi storica.
Vincolo di interesse pubblico
Il PR di Bellinzona ha inserito l’area della stazione nel Piano Particolareggiato del Centro storico.
Art. 21, Comparto G “Stazione FFS”
Comparto con vincolo di interesse pubblico (FFS).
L’edificabilità è subordinata all’allestimento di un progetto unitario.
L’altezza massima delle costruzioni non deve superare la quota di gronda dello stabile principale esistente, soggetto a vincolo di “intervento conservativo”.
Le linee di arretramento devono essere rispettate.

La cronistoria di cinque anni di lavori inutili

2008. Il progetto definitivo è pronto
Le FFS-Immobili annunciano con malcelato orgoglio, che il progetto di rinnovamento della stazione di Bellinzona, del costo di 15 mio. FR., è quasi pronto. La realizzazione si dovrebbe concludere nel 2011.
2008. Ecco cosa hanno in mente le FFS
Il 10 novembre 2008 le FFS_Immobili presentano la domanda di costruzione per il rinnovo della stazione di Bellinzona. L’edificio storico verrà restaurato e ospiterà la biglietteria e gli uffici delle FFS. Nel nuovo stabile sud, sopraelevato di tre piani, saranno ospitate attività commerciali. Al centro, tra i due edifici, una piazza coperta accoglierà i viaggiatori.
Sono confermati i costi (15 mio FR.) e i tempi di realizzazione (2011).

2009. Battuta d’arresto
(Comunicato stampa del 5 agosto 2009) Nonostante abbiano ricevuto l’autorizzazione a costruire, le FFS-Immobili, in accordo con i servizi cantonali, sospendono la procedura avviata e decidono di approfondire i progetti relativi all’atrio principale e all’edificio sud.
2009. Riavvio della progettazione su nuove basi
Il 1 ottobre 2009 le FFS pubblicano il bando per lo studio in parallelo della stazione viaggiatori FFS di Bellinzona. Cinque gruppi di professionisti, selezionati tra molti candidati, sono invitati ad elaborare piani e progetti. Leggi il bando.
2010. Il progetto "nuvola" è prescelto.
Al termine della procedura di mandato di studio parallelo, il collegio di esperti (vedi) ha raccomandato alle FFS il progetto del Team Orsi & Associati. Le motivazioni del collegio di esperti sono oltremodo lusinghiere (leggi)
Ora, dicono, FFS Immobili approfondirà la proposta e darà seguito all’iter procedurale e progettuale per ottenere dapprima le necessarie autorizzazioni e, subordinatamente, poter realizzare il nuovo edificio nel 2014 circa.
Vedi rapporto finale

2012. Le FFS abbandonanano il progetto
Il 29 novembre 2012 le FFS comunicano che devono abbandonare il progetto perseguito fino ad allora in ragione delle riserve avanzate dalla Commissione federale dei monumenti storici (CFMS) e dalla Commissione federale per la protezione della natura e del paesaggio (CFNP). 

Nostro breve commento

Le FFS cercano di ribaltare su altre istanze le loro manchevolezze.
Le leggi, i regolamenti, le direttive della Confederazione e del Cantone, la volontà degli Enti pubblici, i pareri delle Commissioni sono tutti elementi che costituiscono le condizioni quadro entro cui i committenti, cioè le FFS, devono operare. Particolarmente quando si tratta di opere di chiaro interesse pubblico come la stazione di Bellinzona.
Se prendiamo per buone le motivazioni delle FFS, non possiamo nascondere il nostro stupore per il loro operare in quanto essi, in veste di committenti, al termine di una lunga e costosa procedura prima premiano e scelgono un progetto, poi lo dichiarano irrealizzabile!
Delle due l’una: o il compito assegnato ai progettisti è stato mal posto, oppure il progetto non conviene alle FFS, le quali continuano a preferire il loro progetto iniziale.

Le virulente reazioni

Comprensibilmente i professionisti prescelti reagiscono, accusando di scorrettezza i committenti. (vedi RegioneTicino e lettera aperta degli arch. Orsi e Associati)
La decisione delle FFS suscita anche importanti critiche politiche e interpellanze che mettono in gioco i rapporti tra Enti pubblici e la società immobiliare delle FFS. La popolazione è invitata a reclamare con una petizione pubblica. (vedi)

Documentazione


.
Comunicati stampa delle FFS

  1. Una nuova stazione FFS per Bellinzona (29.1.2008)
  2. "Stazione e altro" di Bellinzona (10.11.2008)
  3. Rinnovo dell’edificio principale entro fine anno (5.8.2009)
  4. Trasformazione della stazione FFS (1.7.2010)
  5. Nuovo progetto di rinnovo e ampliamento della stazione FFS (27.10.2010)
  6. …massima trasparenza (29.11.2012)
Documenti
StazBe, Mandato di studio parallelo (1.10.2009)
StazBe, Bando di prequalifica (1.10.2009)
StazBe, Rapporto finale (ottobre 2010)
Lettera aperta, arch. Lorenzo Orsi e arch. Emanuele Saurwein (6.2.2013)

Rassegna stampa

  • Cade il progetto Orsi (RegioneTicino 30.11.12)
  • È confermato, cade il progetto Orsi (La RegioneTicino, 4.11.2012)
  • Stazione, deputati critici con le FFS (La RegioneTicino, 7.12.2012)
  • Interrogazione PPD: "progetto affossato. E il treno se ne va?" (GdP)
  • Ora tenetevi la stazione mummificata (La RegioneTicino, 7.2.2013)
  • Mayer assicura: stazione pronta nel 2016 (La RegioneTicino)