Volantino PVP

Un volantino che vorrebbe essere rassicurante

È stato distribuito a tutti i fuochi del Luganese un volantino che intende informare sui cambiamenti previsti in città in concomitanza con la messa in funzione della nuova galleria stradale Vedeggio-Cassarate.
Intitolato "Il futuro, all’inizio è sempre un cantiere"  il volantino (100’000  copie) non brilla né per chiarezza, né per ricchezza di informazioni. Con un tono accondiscendente e generico (e in parte velleitario), presenta lo scenario della mobilità urbana che ci verrà incontro nel prossimo futuro. Un quadro, viene spontaneo dire, già visto, molto simile a quello che quotidianamente abbiamo sotto gli occhi, che non funziona e non è bello da vivere.
Guardando da vicino il contenuto del volantino appaiono però alcune cose sorprendenti, soprattutto nella nostra ottica, attenta a quello che succede e potrebbe succedere a Massagno nell’area della Trincea ferroviaria.

Il traffico da nord è indirizzato alla stazione FFS passando per la Trincea

Lo schema degli accessi da Lugano nord alla città è indicato dal volantino PVP, inequivocabilmente, su due itinerari:
Via Besso
la Trincea ferroviaria di Massagno !
(clicca le immagini per allargarle)

Si ripropone così l’ipotesi del MasterPlan-CittàAlta, ipotesi che ci si assicurava fosse stata scartata. Il "Viale della Stazione" torna dunque a incombere! In maniera ancora più inquietante, considerato che il volantino è firmato dalla Città di Lugano, dal Cantone e dalla CRTL (Commissione Regionale dei Trasporti del Luganese), enti che sono i principali promotori del MasterPlan-CittàAlta e del Viale della Stazione. La loro autorevolezza e competenza dà forza alla rappresentazione distribuita a tutti i fuochi.
La correzione, fatta in sordina solo sul sito PVP, non cancella la nostra preoccupazione, che resterà latente finché la minaccia di una strada sulla trincea non verrà definitivamente cancellata.

La minaccia non è scongiurata!

Si dice e si ripete che il MasterPlan-CittàAlta (fondato su un asse stradale da Lugano-nord alla Stazione, passando sulla Trincea) non è vincolante. Ma di fatto si continua a farvi riferimento, recentemente anche in Gran Consiglio.
Il Viale della Stazione non è stato stralciato, non c’è nessun atto delle Autorità che lo confermi (credeteci!).
L’unica affermazione registrata è la volontà dei municipi di Lugano e di Massagno di rinunciare al collegamento tra la Trincea e l’autostrada. Invece nella parte inferiore il Viale della Stazione è stato confermato, sia pure con caratteristiche ridotte (strada a traffico lento).
In presenza di un tratto di strada sulla Trincea, la minaccia di una futura completazione verso l’autostrada sarà sempre incombente, come mostra il caso del volantino del PVP.

Traffico parassitario e zona residenziale

Altre affermazioni del volantino sono da mettere in rilievo, questa volta in positivo. Scrive il PVP:
"Besso e Massagno, che costituiscono la cosiddetta "Città Alta", si profileranno quale zona residenziale pregiata.
"per proteggere le zone residenziali é necessario limitare il traffico parassitario".
Affermazioni che, per quanto ci riguarda, sono del tutto condivisibili e che sosteniamo con convinzione. Ma facciamo notare sono affermazioni in crassa contraddizione con l’indirizzo del MasterPlan-CittàAlta. Fin che questo piano non sarà ufficialmente abbandonato la minaccia di soluzioni inappropriate e dannose continuerà a pendere sulle nostre teste.