Segnalazioni (News)

I ministri europei della cultura difendono la cultura della costruzione di qualità in Europa

I 21 e 22 gennaio 2018 i ministri europei della cultura si sono riuniti a Davos, su invito del Presidente della Confederazione Alain Berset. Essi hanno adottato una dichiarazione che apre le porte, sul piano strategico e politico, alla cultura della costruzione di qualità in Europa.
Leggi la dichiarazione
Vai al sito: davosdeclaration2018.ch

Opposizione alla variante del PR di Agno

Il Comune di Agno ha messo in consultazione una variante di PR, per il comparto denominato Monda e Bollette.
La proposta suscita forti reazioni e una petizione.
NO A UNA CEMENTIFICAZIONE SMISURATA
IN ZONA MONDA E BOLLETTE AD AGNO

Puoi firmare la petizione scaricandola qui.
Vedi la proposta del Municipio
In sintesi le ragioni dell’opposizione:(clicca per ingrandire)

L’ampliamento dell’Autostrada a sud di Lugano

L’Ufficio federale delle strade fa sul serio.
L’USTRA ha preparato in sordina un corposo studio preliminare, la cui sola sintesi conta quasi 80 pagine. Difficile da trovare sul web, potete scaricarlo qui.
Alleghiamo il commento dell’ATA, che voleva discuterne alla propria Assemblea, ma i funzionari federali non c’erano.
Andate alla nostra pagina sull’argomento.

PR di Massagno, osservazioni a due varianti

Il Comune di Massagno ha messo in consultazione due varianti al PR vigente e noi, su ognuna di esse,abbiamo formulato osservazioni e proposte.
La prima riguarda la protezione di vari alberi di pregio (leggi) radicati nel territorio comunale, la seconda l’introduzione di spazi verdi (leggi) nei comparti residenziali intensivi.
Leggete in particolare l’ennesima critica alle modalità di partecipazione applicate dall’Autorità per consentire la partecipazione dei cittadini all’elaborazione dei PR comunali.

Variante PR Sant’Anna a Lugano

Il Municipio ha presentato e messo in consultazione un progetto di PR per il comparto cittadino di Sant’Anna.
Le Associazioni dei cittadini per il territorio del Luganese hanno partecipato alla consultazione.
Leggi le informazioni

Tassa di collegamento

La nostra Associazione si è espressa favorevolmente sulla proposta del Dipartimento del territoro di introdurre una tassa sui posteggi dei grandi produttori di traffico (Tassa di collegamento). Leggi le nostre argomentazioni.

Segnalazioni culturali

Leggete i recenti contributi di Carlo Piccardi e Orazio Martinetti

Usi e abusi di italiano e inglese

Lettera del Prof. Fabio Soldini che invita a tener la barra dritta sull’italiano.
L’appello ha raccolto adesioni tra gli interessati. Vedremo gli effetti.

Interessante ciclo di conferenze

Il centro di studi architettonici i2a, diretto dall’arch. Ludovica Molo, indice un ciclo di conferenze intitolato:
i2a va in città:
un forum di architettura per il Ticino?

Leggete qui i dettagli

Le critiche al PAL2 e al PD

La consultazione sul Piano direttore
Le Associazioni di Cittadini per il territorio del Luganese hanno inviato al Dipartimento del territorio le loro argomentazioni sulla proposta di Piano direttore (scheda M/R3). In sostanza le Associazioni criticano la proposta e  invitano il Dipartimento del territorio a definire, nell’ambito della prossima stesura del Piano d’agglomerato del Luganese (PAL3), un altro indirizzo urbanistico, questa volta adeguato alle strategie condivise da Confederazione, Cantoni e Comuni svizzeri. Leggete l’esauriente testo inviato al DT.
La Confederazione aumenta i sussidi al PAL2
Il Cantone è riuscito a spuntare 20 milioni di franchi in più per il PAL2. Non potendo far altro (visti i piagnistei), la Confederazione ha concesso sussidi all’elemento meno contestato del sistema, il tronco tranviario Bioggio-Manno di 1,9 km e del costo di 60 milioni di franchi. La scelta della Confederazione è contraddittoria: da una parte riconosce la necessità di sviluppare infrastrutture su rotaia per migliorare i problemi di mobilità del Luganese, dall’altra sceglie di finanziare un tratto di tram di secondaria importanza solo perché non ha suscitato palesi opposizioni. Implicitamente la Confederazione riconosce che il tracciato Bioggio-Lugano in galleria non è sufficientemente condiviso né convincente.
Interventi delle Associazioni
Sono apparse sui quotidiani le critiche che ATA e Cittadini per il Territorio hanno inviato a Berna in risposta alla consultazione indetta dal DATEC sul finanziamento dei programmi di agglomerato.
Leggete la nostra documentazione.
Interrogazioni parlamentari
Il Granconsigliere Carlo Lepori e il Gruppo PS in CC di Lugano (primo firmatario Raoul Ghisletta) hanno inoltrato due interrogazioni parlamentari molto critiche sul PAL2 e sull’operato della Commissione regionale dei trasporti del Luganese (CRTL). Essi chiedono in sostanza che si cambino sia le persone alla guida della CRTL, che gli indirizzi di sviluppo della regione luganese.
Leggete: Interrogazione C.Lepori, interrogazione R.Ghisletta(PS Lugano)

Salvatore Settis

Il giuramento di Vitruvio
Come i medici con Ippocrate, gli architetti dovrebbero legare etica e conoscenza impegnandosi a realizzare sempre edifici di qualità evitando scempi ambientali. (il Sole 24 ore, 12 gennaio 2014)
Ecco la citazione di Vitruvio, inviataci dall’arch. Marco Gianini

Il dibattito sullo scempio territoriale

Avviato da Mario Botta sulla NZZ del 2 luglio 2013, il dibattito si è sviluppato con numerosi e qualificati contributi, principalmente sulle pagine della RegioneTicino.
Per coloro che hanno a cuore la preservazione del paesaggio e lo sviluppo territoriale di qualità, abbiamo raggruppato tutti gli articoli correlati e li presentiamo in una apposita pagina. Leggi.

Il fallimento del programma PAL2

Dopo il cattivo risultato raccolto dal programma di agglomerato del Luganese PAL2, che senza batter ciglio ha proposto misure per 1500 mio di Fr. per ancora ritrovarsi nel 2025 con le stesse saturazioni del traffico che si avevano prima dell’apertura della galleria Vedeggio-Cassarate, i gruppi del PS in GC e nel CC di Lugano hanno chiesto di rivedere i criteri di elaborazione del programma e di togliere la fiducia al gruppo dirigente della CRTL e ai suoi operatori.
Leggete Corriere del Tiicino e la RegioneTicino

L’erosione del territorio

Al posto della villa Gerosa di Rancate (opera di Tita Carloni) avrebbero dovuto sorgere sei stabili per un totale di 48 appartamenti. La domanda di costruzione,  esposta fino al 1 marzo 2013. (clicca per ingrandire), è stata ora ritirata grazie anche agli interventi dei Cittadini per il territorio del Mendrisiotto e di altre associazioni .

Non facciamoci illusioni che la "tarmatura" senza limiti del territorio possa essere frenata, qui nel Ticino. L’erosione e la dispersione degli insediamenti purtroppo continueranno se non indurremo un cambiamento di indirizzo significativo. Per ottenerlo, come diceva Tita Carloni, dobbiamo soprattutto resistere, resistere, resistere!
Leggi l’informazione su La RegioneTicino , Villa Gerosa non si tocca e lettera di Andrea Stephani.

Altri rinvii

I progetti di costruzione sui terreni di proprietà delle FFS alla stazione di Lugano e sulla trincea di Massagno, annunciati per maggio, verosimilmente scivoleranno ancora a più tardi. Leggi

Una pianificazione esemplare

Lo sviluppo dell’area dell’Allmend di Lucerna è stato condotto in modo esemplare. Ne presentiamo le caratteristiche salienti, con la remota speranza che possa indurre utili riflessioni. (Cliccate qui)

IL NOSTRO PAESE deplora la distruzione della scala di Santa Lucia

Sul numero 313 (2012) della rivista IL NOSTRO PAESE, organo della Società ticinese per l’arte e la natura (STAN), Natalie Danzi-Paces, con molta sensibilità, ripercorre le vicende del nucleo di Massagno, della vecchia chiesa di Santa Lucia e della scala progettata sul luogo dall’arch. Alberto Finzi. L’opera, realizzata dal Comune per testimoniare la memoria della precedente parrocchiale è ora stata demolita inutilmente. La rivista giudica la distruzione "poco sensata e difficilmente giustificabile" e invita i cittadini a prendere spunto dagli avvenimenti per impegnarsi a favore del proprio territorio. (Leggete)

Resistenza culturale

Visitate la nostra nuova pagina dedicata al tema: un impegno civile contro la deriva populista praticata con insolenza spudorata.

Luoghi del cuore

Quali sono i vostri luoghi del cuore e i vostri luoghi della pancia?
Ditelo a Salviamo il Salvabile! Qui 

La pianificazione prende una brutta piega?

Si, secondo noi le modalità con cui le autorità pianificano il territorio stanno degradandosi.  I nuovi modi di fare si avviano su una china pericolosa. Leggete il nostro campanello d’allarme.
Visitate le nostre pagine sull’argomento: documentatissime!

Segnalazioni recenti

Azioni in corso

Cambiamo il traffico

Leggete l’articolo molto ragionevole di Chiara Lepori.

Consapevolezza territoriale

Il prof. Marco Gianini è intervenuto nel dibattito sulla vendita dello stabile ex-Lepori a Massagno con un interessante articolo che, rifacendosi al recente intervento di Salvatore Settis, sviluppa pertinenti considerzioni riguardanti i beni pubblici e la loro conservazione in mano pubblica. Leggete.

Beni comuni

La seconda serata del ciclo è stata di grande interesse:
Martedì 22 maggio 2012, ore 18.30,  a Lugano nell’Aula Magna dell’Università della Svizzera italiana il prof. Salvatore Settis ha parlato di Paesaggio, territorio e arte nella tradizione italiana.
Leggete la locandina
Visita il sito: club Plinio Verda, che ci ha promesso la pubblicazione della conferenza.

L’esempio vien dall’alto

La rivista di cultura, educazione e società, VERIFICHE, a proposito del pomeriggio informativo dell’ASPAN, denuncia il comportamento arrogante delle autorità comunali verso gli oppositori al progetto MasterPlan-CittàAlta. [LEGGI]
Alla manifestazione dell’ASPAN le FFS-IMMOBILI hanno ripresentato le loro intenzioni per edificare sulla trincea di Massagno. [VEDI]

Riflessioni sulla politica territoriale

L’articolo di Piero Colombo parte dal quesito elettorale relativo all’aggregazione di Carona a Lugano e svolge interessanti, pertinenti e acute argomentazioni sulla tutela del territorio. Giustamente ritiene che la questione del consumo di territorio, della cancellazione delle memorie, della banalizzazione della politica territoriale, della salvaguardia dei valori, della resistenza e della progettualità sono i temi fondamentali del presente. E descrive una via pragmatica per impegnarsi. Segnaliamo l’articolo perché ci sarà utile se vogliamo uscire dai tradizionali binari della politica territoriale finora percorsa. [LEGGI]

San Gottardo

Leggete l’istruttivo articolo di Carlo Lepori, nostro membro di comitato, sui vantaggi dell’istituzione di una borsa dei transiti per proteggere le Alpi (CdT)

Il panorama rubato

Uno dei punti di vista di massima bellezza e di grande frequentazione verrà definitivamente sottratto alla pubblica fruizione, regalato, senza motivo, alla ingordigia immobiliare (leggi)

Salviamo il salvabile

Guardate o riguardate la trasmissione di Falò dello scorso 24 nov. 2011. Un’altra puntata della serie: "LE MANI SULLA CITTÀ" (Guarda)

Che ne è della nostra italianità?

Carlo Piccardi su CENOBIO (aprile-giugno 2011) riflette sulla matrice culturale italiana del Ticino.

Le vicende di Ticino Turismo

Sergio Barenco in un solido articolo (LaRegioneTicino 18.07.2011) ripercorre le vicende non esemplari delle organizzazioni turistiche ticinesi, che in un secolo, tra oscillazioni centralistiche e localistiche, hanno costruito poco e sprecato molto.

Riflessioni sui musei

I musei costano, ma se ben organizzati e gestiti rendono anche. Scrive Marco Horat, presidente dell’Associazione archeologica ticinese su La RegioneTicino del 18 luglio 2011. E cita esempi probanti.

Completata la distruzione del quartiere Santa Lucia di Massagno

A fatti conclusi, come è ormai la regola, appaiono sulla stampa due autorevoli opinioni per rilevare l’errore di aver distrutto il nucleo storico di Santa Lucia a Massagno. Giulio Foletti e Riccardo Bergossi valutano il radicale intervento dal punto di vista storico e urbanistico. Leggete l’articolo de LaRegioneTicino di martedì 31 maggio 2011.

Privatizzato un importante percorso pedonale!

Sul percorso pedonale che a Lugano scende dalla Stazione FFS e giunge a Sant’Anna (BSI) è stato posto un cancello, segno di "Proprietà privata". Leggi e guarda. (20.5.11)

Elogio a “Salviamo il salvabile”

Ci fa piacere segnalare l’articolo de "La RegioneTicino" del 17.5.2011 che presenta in modo elogiativo il sito Salviamo il Salvabile (SIS).

Spazi abitativi per la Svizzera

Segnaliamo il numero della rivista PRO NATURA dedicato al tema: Poca superficie, molta qualità : vecchi e nuovi spazi abitativi per la Svizzera. (1.5.11)

PVP: errore clamoroso!

Il prospetto del PVP (Piano della viabilità del polo luganese), distribuito a tutti i fuochi del Luganese, indica la futura strada di penetrazione alla città sulla copertura della trincea ferroviaria di Massagno ! (10.3.11)
Leggi il nostro commento al volantino PVP
Leggi la precisazione dell’arch. Bruschetti